Gp Anact femmine domenica a Treviso con l’imbattuta ZUFFLE WISE AS

Gp Anact femmine domenica a Treviso con l’imbattuta ZUFFLE WISE AS

 (nella foto Zuffle Wise As)

Primo appuntamento di gruppo per le femmine generazione Z. L’anno scorso a vincere fu Vale Capar su Vanesia Ek e Vanatta (mentre tra i maschi si impose Vivid Wise As), tutte cavalle che poi si sono confermate ai vertici. Anche quest’anno l’impressione è che ci si trovi davanti a puledre molto promettenti. C’è un’imbattuta ed è Zuffle Wise As (1), una puledra con genealogia regale e bella morfologicamente che dopo un intervento alla gola ha recuperato il tempo perso e ha vinto facile le sue due prime corse in schemi diversi, mostrandosi matura, facile da guidare, seria, completa e potente; la scegliamo favorita anche se il numero 1 compressa in corda nel campo numeroso non è il massimo per lei e Enrico Bellei dovrà trovare presto la destra libera. Un’altra puledra di buona genealogia, bel modello e praticamente imbattuta è Zoe Grif Italia (2) che nelle 4 uscite effettuate ha fallito solo nel Criterium Partenopeo sbagliando al via ma segnalandosi nel platonico inseguimento valutabile intorno all’1.58, se è giusta di meccanica ha il parziale per risolvere. Se nelle eliminatorie di Milano e Napoli Zuffle Wise e Zoe Grif hanno onorato il pronostico, a Roma si è affermata a buona quota Zahrah (3) concedendo strada alla favorita Zarina Roc per ribatterla in arrivo; parte molto forte, dovrebbe ancora andare davanti per poi decidere se farsela da leader o mandare, diventando in ogni caso la possibile piazzata di posizione con licenza di vincere. Zarina Roc (4) in quell’occasione ha preso un po’ la mano nel km iniziale in 1.14.4 calando nel finale; in precedenza aveva vinto in percorso quasi interamente allo scoperto e se riuscirà ad essere meno ardente e a farsi gestire ha chance di primissima. Delle battute nelle eliminatorie la più che è piaciuta è stata a Milano Zaniah Bi (7) finendo bene dopo percorso esterno. Al seguito a Napoli di Zoe Grif positive anche le prove della veloce e regolare Zanzara Fas (5), di Zoe Dei Veltri (11) vitale in partenza e in arrivo e di Zante Breed (12). Alla fase iniziale e al non restare al largo sono legate le chance della veloce e cresciuta Zenobia Del Ronco (6). Dopo il buon debutto dopo errore ha un po’ deluso a Roma Zeit Holz (8) e non sembra questa l’occasione per cogliere il primo successo. La scia di Zahrah non è male per Zaira Sm (10) ma al momento è un po’ inferiore. Completa il campo Zildjan (9) regolare ma ancora maiden.

 

Prono: 1 – 2 – 3

 

1 ZUFFLE WISE AS (Enrico Bellei) – Parte il giusto, ha vinto 2 volte su 2 a Milano, all’esordio in 1.16.2 in percorso esterno con seconda parte di gara scoperta in 58, in batteria al proprio record di 1.15.1 ottenendo strada dopo 600 in 46.2 per allungare con 600 finali in 43.2 facili. Impressionante alle prime due per facilità in schemi diversi, già matura nonostante la poca esperienza in corsa dovuta al fatto che aveva subìto un intervento alla gola che le aveva fatto perdere qualche mese di preparazione, genealogia regale, bella morfologicamente, facile da guidare, seria, completa e potente, il numero schiacciata in corda non è il massimo ma se trova presto la destra libera ha chance di primissima. Favorita. Quota: 2,25

 

2 ZOE GRIF ITALIA (Massimo Barbini) – Veloce in partenza, ha vinto 3 volte su 4, la seconda alla seconda uscita in 1.17.6 a Montecatini da leader con lancio in 15.7 e 600 finali in 43.2 con arrivo in 14.4 senza forzare, la volta dopo un errore al via inseguendo platonicamente bene con rotolo in 1.58, infine un successo in batteria al proprio record di 1.15 ottenendo strada dopo 600 in 44. Praticamente imbattuta, in possesso di ottima frazione, buona genealogia e bel modello, se è giusta di meccanica può farcela. Controfavorita. Quota: 4,00

 

3 ZAHRAH (Riccardo Picchi) – Velocissima in partenza, ha esordito con un posto d’onore in quota dopo essere andata davanti nel lancio in 14.4 ed essere stata  superata dopo un giro in 1.00.8, poi un successo in 1.16.5 da leader con quarto iniziale in 28.3, al rientro un errore al via pagando la seconda fila, infine in batteria un successo al proprio record di 1.15.2 finendo in leggero crescendo dalla scia della leader a cui aveva dato strada dopo un quarto in 29.5. Rapidissima, dovrebbe andare davanti per poi decidere se farsela davanti o mandare, classica piazzata di posizione con licenza di vincere. Terza favorita. Quota: 4,00

 

4 ZARINA ROC (Vincenzo Piscuoglio Dell’Annunziata) – Veloce in partenza, un po’ ardente, ha vinto 3 volte su 5, alla terzultima in 1.15 ottenendo strada dopo un quarto in 29.4 per allungare con 600 finali in 44.2, la volta dopo al proprio record di 1.14.8 avvicinando gradatamente la leader in percorso in buona parte allo scoperto, infine in batteria un posto d’onore accusando in retta il km iniziale in 1.14.4 dopo aver ottenuto strada dopo un quarto in 29.5. Troppo ardente a Roma, la volta precedente era piaciuta senza riserve e se si lascia gestire può anche farcela. Sorpresa. Quota: 4,00

 

5 ZANZARA FAS (Mario Minopoli) – Molto veloce in partenza, regolare, ha vinto due volte, la seconda alla penultima uscita in 1.18.2 progredendo nel mezzo giro finale dalla scia del leader a cui aveva dato strada dopo mezzo giro, la volta dopo un terzo nella batteria al proprio record di 1.15.1 in quota dopo essere scesa in scia alla leader nel lancio in 13.9. Duttile, ci sta. Grossa sorpresa. Quota: 40,00

 

6 ZENOBIA DEL RONCO (Elvis Vessichelli) – Molto veloce in partenza, rende al meglio di rimessa in corda, ha vinto alla penultima uscita in 1.17.8 finendo in crescendo nei 600 finali in 44.7 dopo aver seguito il leader dal via, la volta dopo un terzo nella batteria di Milano al proprio record di 1.15.6 finendo in crescendo dalla scia dei primi dopo essere andata davanti nel lancio in 14 e aver mandato dopo un quarto in 31.5. In grande crescita ma nella compagnia non dovrebbe bastare, se però trovasse la corda potrebbe piazzarsi. Difficile. Quota: 69,00

 

7 ZANIAH BI (Mauro Biasuzzi) – Veloce in partenza, ha vinto due volte (su 4) alle prime uscite, la seconda in 1.16.5 progredendo nei 600 finali in 44.3 dalla scia del leader nella quale era scesa dopo metà corsa allo scoperto; resta su un posto d’onore nella batteria di Milano al proprio record di 1.15.4 finendo in crescendo dopo impegno esterno. Ottima in batteria, duttile, dotata di buon parziale, trova tante partitici al suo interno ma all’occorrenza ha mostrato di saper girare al largo, ci sta bene. Sorpresa. Quota: 10,00

 

8 ZEIT HOLZ (Andrea Farolfi) –Parte il giusto, maiden, ha esordito con un posto d’onore in quota nell’ultimo giro e mezzo allo scoperto dopo breve errore al via, la volta dopo in batteria un quarto al proprio record di 1.16.8 seguendo nel gruppo in corda. Un po’ deludente in batteria e la seconda fila la penalizza. Molto difficile. Quota: 100,00

 

9 ZILDJAN (Roberto Vecchione) – Piuttosto veloce in partenza, maiden, regolare, alla penultima un posto d’onore progredendo dalla scia dei primi nel mezzo giro finale esterno, la volta dopo un quarto nella batteria di Milano al proprio record di 1.16.2 in quota nella seconda parte di gara esterna dopo aver seguito in corda i primi. Duttile ma al momento un po’ inferiore. Estrema outsider. Quota: 200,00

 

10 ZAIRA SM (Ferdinando Minopoli) – Piuttosto veloce in partenza, ha vinto al debutto a luglio in 1.18.7 finendo in crescendo dal gruppo; dopo due quarti (il primo per mancanza di avversari al proprio record di 1.15.9 seguendo i primi in corda in quota nella seconda parte di gara in 59.3, il secondo seguendo dal via la leader perdendone progressivamente contatto) un terzo in batteria trascinata in quota nel gruppo in corda. Al momento è un po’ inferiore. Outsider. Quota: 150,00

 

11 ZOE DEI VELTRI (Giorgio D’Alessandro junior) – Veloce in partenza, ha vinto due volte, la seconda alla penultima uscita in 1.16.8 sfondando dopo i 600 iniziali in 46.3 per allungare con quelli finali in 45.4, la volta dopo in batteria un posto d’onore al proprio record di 1.15 finendo in leggero crescendo dalla scia della leader a cui aveva dato strada dopo 600 in 44 dopo essere andata davanti nel lancio in 13.9. In batteria ha avvicinato Zoe Grif, ci sta ancora. Grossa sorpresa. Quota: 44,00

 

12 ZANTE BREED (Antonio Esposito) – Piuttosto veloce in partenza, ha vinto due volte (su 4) a inizio carriera, la seconda in 1.16.2 ottenendo strada nel quarto iniziale in 29.3 per allungare con seconda parte di gara in 1.00.3; resta sul quarto in batteria in quota in corda da un capo all’altro. Il numero la penalizza ma può piazzarsi. Difficile. Quota: 50,00

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri subito

CLICCA QUI!