Le voci di scuderia sul Marangoni, cosa hanno dichiarato i protagonisti

Le voci di scuderia sul Marangoni, cosa hanno dichiarato i protagonisti

 [lwlWidget cod=”590bbf4d5ea23ceb3cf7b83a”]

MARCO SMORGON (Vivid Wise As) – Sono contento della vittoria di Enghien ma non del modo in cui l’ha ottenuta. E’ un campione assoluto ma ha corso troppe volte in testa e ha bisogno di una corsa coperto prima del Derby. Vivid ama avere l’avversario all’interno (e non all’esterno), situazione nella quale diventa un leone  come accade in lavoro a Vigone.

(nb: il team di Vivid Wise As è in SILENZIO STAMPA fino a dopo il Derby, le dichiarazioni di Smorgon sono di un mese fa dopo il successo di Enghien).

 

ALESSANDRO GOCCIADORO (Von Wise As, Varietà Luis e Vitruvio) –Von Wise ha superato i problemi legati alla crescita e resta su due eloquenti successi di gruppo; peccato per il numero ma è un cavallo completo che sa adattarsi a diversi schemi. Varietà ha mostrato la sua condizione e la sua potenza a Enghien dove ha battuto Vivid Wise dopo durissima corsa esterna, purtroppo squalificato per la severità francese per una sbavatura di andatura che non chiamerei neanche un errore, questa può essere l’occasione per rifarsi. Vitruvio si è un po’ riposato dopo la vittoria a Napoli, potrebbe mancargli una corsa ma ha lavorato bene ed è più fresco dei rivali. Favorito Vivid Wise As sui miei tre e su Vir Del Ronco.

 

ANTONIO DI NARDO (Varietà Luis) – Va fortissimo ed è in credito con la fortuna che prima o poi girerà a suo favore, sta correndo molto bene da tempo e in Francia ha volato ma siamo stati sfortunati. Ci sarà da battere Vivid Wise As.

[lwlWidget cod=”590bc15b92cde7384af70f1a”]

PIETRO GUBELLINI (Vitruvio) – Ha stracorso e stravinto a Napoli dove mi ha impressionato perché ha partecipato a tutti gli strappi, al via, al giro e in arrivo. Il numero non è il massimo perché avrebbe bisogno di andare in posizione, giriamo il frustino poi vediamo. Vitruvio è un ottimo soggetto che parte molto forte e conserva un parziale per il finale, duttile, sa solo trottare, serio, facilissimo da guidare. Favorito senza ombra di dubbio Vivid Wise As su Varietà Luis ma il mio non lo cambio con nessuno degli altri due.

 

ANDREA GUZZINATI (Voltaire Gifont) – Ha corso molto bene a Napoli, in seguito non c’erano corse in pista grande e siamo andati in Francia dove ha corso con profitto ma c’è stato un allungo secco in retta e lui non ha ancora questo cambio di marcia. Favorito Vivid Wise As che resta difficilmente battibile anche se non da più l’impressione di essere il cavallo imbattibile di qualche mese fa, poi lo squadrone Gocciadoro tra i quali è difficile dire chi è il migliore. Voltaire può dire la sua.

 

EDOARDO BALDI (Vessillo As) – Il numero ci ripaga del 9 avuto a Montecatini, che sarebbe stata una corsa da non fare ma eravamo in casa e era la corsa intitolata a nonno Vivaldo. Sta benissimo, ha lavorato sabato a Montecatini come sempre piano ma bene, in 2.42 sul doppio km con 600 finali in 44, è tutto ok. Favorito Vivid Wise As sullo squadrone Gocciadoro, noi staremo alla finestra, in fiduciosa attesa.

 

SANTO MOLLO (Vir Del Ronco) – Mi è stato affidato da Gennaro Casillo, è in crescita e l’ho visto correre bene nel Marche, ora la categoria è più impegnativa ma la scia è buona, speriamo in un piazzamento. Favoriti Vivid Wise As e Varietà Luis.

 

ROBERTO VECCHIONE (Vaprio) – E’ un buon cavallo di posizione ma non a livello dei migliori che hanno anche ottimi numeri a differenza del mio. A percorso netto spero di andare in corda per un piazzamento marginale, ci metterei la firma.

 

HOLGER EHLERT (Vaprio) – La compagnia e il numero ci confinano alla ricerca di un piazzamento; in caso di schema favorevole però non escludiamo di poter essere tra i primi.

 

ANTONIO IMPRODA (Vanvitelli) – Facciamo un salto quadruplo, vince parecchio in carriera e nel periodo e quindi ha un programma molto ristretto, sta crescendo giorno dopo giorno, è un cavallo generoso, ha vinto anche in 1.13.4 sul miglio però ho fatto in modo che venisse un cavallo da lunghe distanze, a me piacciono i cavalli che hanno un po’ di tempra come lui, si fa un tentativo proprio perché la corsa è sul doppio km che non gli fa paura. E’ un cavallo che con Petrella abbiamo allevato, cresciuto, domato, preparato, come si suol dire a Napoli corriamo per uno sfizio personale, la corsa dei sogni è che davanti si tirino un po’ il collo i primaserie che tutti conosciamo perché Vanvitelli segue tutte le andature e se c’è ritmo chissà che noi non si possa aspirare a un quartino o a un quintino, magari. A volte si vive anche di soddisfazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri subito

CLICCA QUI!