Montecatini sabato, il contorno al Nello Bellei, ZEFIRO DEI CEDRI nel Criterium Toscano

Montecatini sabato, il contorno al Nello Bellei, ZEFIRO DEI CEDRI nel Criterium Toscano

[lwlWidget cod=”590bbf4d5ea23ceb3cf7b83a”]

Era ricco di buoni spunti il convegno di sabato al Sesana imperniato sul Nello Bellei. Innanzitutto c’era da vedere i puledri nel Criterium Toscano con match sulla carta e in pista tra Zefiro Dei Cedri e Zebrina Font. Davanti è andata la femmina  che, dopo il lancio in 15.5, ha cercato di portare il cronometro dalla sua, ma sulla seconda curva ha mosso il maschio (al secondo successo in altrettante uscite) che ha avuto ragione di misura dell’avversaria con ultimo km scoperto (rifiatando un attimo in scia alla leader sulla curva conclusiva, ottimo Roberto Vecchione) in 1.14.8 e 600 finali in 43.7 con arrivo in 14.4 (da 1.12); davvero un soggetto interessante il portacolori dell’appassionato Paolo Sepe in training da Holger Ehlert e bene anche la veloce Zebrina. Tutti in errore gli altri con terza Zeudy Mask con buon inseguimento che ho cronometrato in 2.04, mentre era seconda in corda quando ha sbagliato ai 550 finali Zante Font che assomiglia in maniera impressionante alla mamma Life Togheter e ha mezzi ma è ancora da registrare nella meccanica.

 

Doppio in serata per Roberto Vecchione e Holger Ehlert che, prima del Criterium Toscano, avevano centrato anche l’altra prova per puledri posta in apertura con Valeria Ama. Difeso il comando con lancio in 15.3 Valeria ha poi tirato i remi in barca sempre seguita da Vivienne Effe dalla quale, dopo il primo km in 1.20.7, si è sottratta con 600 finali in 45 e arrivo in 14.2 (da 1.11). Nel finale veloce sono piaciute anche Vivienne che era al rientro ed è buona per la prossima e Vodka Dei Greppi bene nel secondo giro esterno e da attendere con fiducia quando sarà in prima fila e potrà sfruttarla sua velocità iniziale.

[lwlWidget cod=”590bc15b92cde7384af70f1a”]

 

C’era poi da vedere la Tqq sulla selettiva distanza dei 2800 metri che al termine dei tre giri e mezzo ha visto in retta il serratissimo duello tra Silven Grif e Giorgio D’Alessandro junior e Sonny Club e Edoardo Baldi. In avanti Nobile Di Poggio ha ottenuto strada da Loreto De Santana per poi agire da leader “scambiando” con Turbo Capar. Si sono avvicinati gradualmente al largo i superpenalizzati che poi termineranno ai migliori posti, con Top Model Ok con in scia Silven Grif, Sonny Club e Soho Dei Greppi; i 4 prevenuti ad un giro dal termine da Touchee Bi. Sulla retta opposta ha mosso Sonny costretto in quarta ruota dall’anticipo di Top Model, la cui scia è stata presa da Silver. Sonny a centro pista è passato all’ingresso in retta sul gruppo nel quale al mezzo giro finale Touchee aveva liquidato Nobile. Su Sonny è però scattato con speed più fresco Silven e i due hanno dato vita a un’incertissima retta d’arrivo terminando sulla stessa linea sul palo; lunga attesa per il fotofinish che ha decretato per una narice il successo dell’allievo di D’Alessandro al primo successo in pista piccola sull’eroico Sonny. Al terzo è emerso l’altro maratoneta Soho Dei Greppi regolando Top Model.

 

Triplo di Enrico Bellei da driver e di Gennaro Casillo da allenatore; per Gennaro sulla carta sarebbe un quadruplo da trainer ma va detto che Urlo Dei Venti in realtà è allenato da Enrico e dal proprietario Stefano Simonelli. Nella giornata intitolata alla memoria del padre, Enrico ha iniziato i suoi successi con Uraco Ferm che, reduce da prestazioni più sfortunate che malvagie, stavolta ha trovato svolgimento favorevole. Nel lancio in 14.8 è andato davanti con il solito lancio velocissimo dal 6 Umon Chuk Sm su Una Magia Bi, mentre Uraco ha preso la scia di Uno De Mayo rimasto scoperto. Con robusto attacco nei 600 finali in 43.8 (per la testa, meno per lui che veniva da dietro) Uraco ha avuto ragione di Umon Chuk battuto anche per il secondo dall’appostata Una Magia.

 

Enrico Bellei e Gennaro Casillo hanno completato la striscia di successi in chiusura con Vitulano Lung. In avanti è andata Vuelta Mas Rapida seguita da Vidal Tav e Vitulano. Con la favorita Vuelta non al top dopo aver saltato alcuni lavori Gocciadoro ha cercato di tirare i remi in barca dopo il lancio in 15.4, ma al passaggio sull’avanzata di Vampire Bi (poi falloso sull’ultima curva) ha ripreso ad andare e ha prestato il fianco al finale più fresco di Vitulano che con km conclusivo in 1.13.7 (per la testa, meno per lui che veniva da dietro) ne ha avuto ragione contenendo il buono speed in preferenziale di Vidal.

 

Gennaro Casillo aveva iniziato i suoi successi da trainer nella gentlemen con Powell Jolly ben interpretato da Matteo Zaccherini. Il preventivato match con Panic Launcher è sfumato in apertura con la femmina che ha brevemente sbagliato prima del via; Powell al largo ha atteso lo scambio con spesa (29.4 il primo mezzo giro e 15.1 il passaggio) tra Showbusiness e Renuka Ferm per poi passare all’attacco con retta opposta in 13.9 (da 1.09.5) nella quale è passato per fare passerella nei 600 finali in 43.5 su Sky Ok che ne aveva seguito tutta strada la scia ed è rimasto secondo su Panic Launcher da attendere con fiducia nella più gradita pista grande. Sfortunata Sharon Pride in fallo sulla curva finale quando avrebbe lottato per il posto d’onore.

Un pensiero riguardo “Montecatini sabato, il contorno al Nello Bellei, ZEFIRO DEI CEDRI nel Criterium Toscano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri subito

CLICCA QUI!