Città di Montecatini di ferragosto, i partenti

Città di Montecatini di ferragosto, i partenti

[lwlWidget cod=”590bbf4d5ea23ceb3cf7b83a”]

Ferragosto per il trotto italiano, e soprattutto per quello toscano, vuol dire Città di Montecatini; ovviamente le ultime edizioni non reggono il confronto con un passato glorioso. Sono passati i tempi della Lotteria di Montecatini con Pippo Baudo che scandiva i numeri dei biglietti legati ai cavalli partecipanti (con la prima edizione abbinata a quella Lotteria vinta nel 1990 dai toscanissimi Roberto Benedetti e Fiaccola Effe sotto il tripudio del pubblico locale che si infiammò quando Fiaccola sulla curva finale venne via a centro pista, abbiamo ancora la pelle d’oca al ricordo …), quelli di “Decione” Vivaldo Baldi a segno addirittura  7 volte (ed è da notare che il mitico Vivaldo corse anche la prima edizione di questa classica nel 53 con Birbone ma fu battuto da Thyussey e Umberto D’Errico, rifacendosi però sempre con Birbone nel 54 e nel 55, con Checco Pra nel 57, con Crevalcore nel 59 e nel 61, con Bettor’s Choice nel 65 e con The Last Hurrah nell’80), quelli del rapimento di Wayne Eden nella notte dopo la vittoria del 75 (fu poi ritrovato la settimana dopo denutrito e provato a Montescudaio legato ad un ulivo, ma poi si riprese tanto che vinse anche l’anno successivo), quelli quando Delfo di ritorno da New York (dove aveva vinto l’International Trot) riempì il Sesana con 16mila presenze e che beffardamente non riuscì mai a vincere il Città di Montecatini (in quell’occasione sbagliò), quelli del commovente Intact Hornline che vinse la classica di Montecatini ad 11 anni, quelli del record della pista di Java Darche nel 2004 (un record che rimane da 13 anni, solo eguagliato due anni fa da Probo Op) ; ma anche in epoca recente la storica classica montecatinese ha regalato emozioni, con il poker di vittorie consecutive di Mack Grace Sm e infine con le volate in avanti di Orsia e di Ringostarr Treb seguite da un pubblico di diecimila persone; c’è sempre un gran clima di festa a ferragosto al Sesana con un pubblico attento e partecipe (e che meriterebbe di essere rispettato in materia di payout sulle scommesse …). Curiosità statistica, nelle ultime 14 edizioni ha vinto 13 volte l’atto finale un cavallo che aveva vinto una delle due batterie e nelle ultime 8 edizioni ha vinto 7 volte chi è sfilato in breve in avanti, con la sola eccezione nel 2009 di Irina che in batteria era stata seconda e vinse l’atto finale di rimessa. Quindi ai fini del gioco scegliete tra i due vincitori finali quello dei due che ha più chance di andare davanti, detto così sembra facile …

[lwlWidget cod=”590bc15b92cde7384af70f1a”]

L’edizione di quest’anno vedrà al via tutti indigeni con l’eccezione (con poche chance) dell’americana di scuderia italiana Student Of Life; ciononostante la qualità non manca e tornano dalla Francia (dove sono in allenamento) Timone Ek e Pascià Lest.

Il campione degli appassionatissimi fratelli Lettieri sarà nella prima batteria e tornerà sulla pista che lo vede imbattuto e dove vinse le prime corse quando era agli ordini del suo mentore Gennaro Casillo. Grande attesa per i numeri che saranno sorteggiati domani, perché con un bon sorteggio saranno avversari molto tosti due soggetti veloci come Peace Of Mind reduce da rientro prudente e affiatatissima con Roberto Vecchione e Totoo Del Ronco al top della forma. Gennaro Casillo proverà a fare lo sgambetto al vecchio amico Timone con Trillo Park e Stankovic Ok; lo specialista della pista piccola Trillo avrà in sulky Pier Vercruysse.

Grande attesa per i numeri di domani anche per la seconda batteria dove Pascià, improvvisato da Roberto Vecchione, avrà compito tutt’altro che facile contro 3 soggetti velocissimi reduci dal Due Mari: Tamure Roc che resta su tre belle vittorie con le ultime due con i 600 finali in meno di 41, Pancottina Bar che a 8 anni si è messa a volare e l’ardente Superbo Capar che è quello che seguirà con maggior interesse il sorteggio legando sempre le sue chance alla fase iniziale. Sorteggiando bon numero entrerebbe in partita anche Rue Du Bac che va più forte di quanto dica la carta recente.

Due batterie da 9 con finale tra i primi 4 di ciascuna più il miglior quinto. In seconda fila il 7 dovrà partire dietro l’1 o il 2, l’8 dietro il 3 o il 4 e il 9 dietro il 5 o il 6.

 

Batteria A

PEACE OF MIND  (Roberto Vecchione)

RADIO WISE

RUM E COCA DAY

STANKOVIC OK

STUDENT OF LIFE (Massimo Barbini)

TERRA DELL’EST

TIMONE EK (Enrico Bellei)

TOTOO DEL RONCO (Mario Minopoli)

TRILLO PARK (Pier Vercruysse)

 

Batteria B

PANCOTTINA BAR (Enrico Bellei)

PASCIA’ LEST (Roberto Vecchione)

POSITANO D’ETE (Mario Minopoli)

ODINGA (Lorenzo Baldi)

RUE DU BAC

STELLA DI AZZURRA (Manuel Pistone)

SUPERBO CAPAR (Giuseppe Lombardo)

TAMURE ROC (Santo Mollo)

TESTIMONIAL OK (Alessandro Gocciadoro)

Un pensiero riguardo “Città di Montecatini di ferragosto, i partenti

  • agosto 9, 2017 in 12:51 pm
    Permalink

    Belle batterie!! Chance di prima x Student of life!!! Che milita in categ D e voglio complimentarmi in primis con chi ha formulato queste batterie e poi x la professionalità e la sportività del team di Student x averla data partente togliendo la possibilita’ ad 1 riserva di poter partecipare con forse piu chance (anche se relative) della forte Student!!! Con ciò gli auguro di vincere questo gr1 e gli faccio 1 in bocca al lupo!!!

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri subito

CLICCA QUI!