Il contorno del Società Terme, nella Tqq ancora il maratoneta SOHO DEI GREPPI

Il contorno del Società Terme, nella Tqq ancora il maratoneta SOHO DEI GREPPI

[lwlWidget cod=”590bbf4d5ea23ceb3cf7b83a”]

Interessante e qualitativo tutto il convegno di sabato imperniato sul Società Terme. C’era innanzitutto da vedere la Tqq; colpo di scena, purtroppo non piacevole, iniziale nel trovare Enrico Fiaschi, “mentore” del favorito Soho Dei Greppi, ingessato al polso per un infortunio in scuderia nella mattinata. Senza il “Fiascone” (esultante nonostante il gesso in tribuna a fine corsa) Soho ha trovato un perfetto interprete in quel grande professionista che è Alessandro Muretti davvero bravissimo tatticamente e come al solito molto freddo e scaltro.  Sei successi e un secondo nelle ultime sette uscite per Soho Dei Greppi su ogni distanza, stavolta su quella dei 2800 metri sui quali era già andato a segno a fine maggio. Rapido dal terzo nastro Soho  ha subito avvicinato i primi anticipato da Seven Eleven Bi, altrettanto svelto dal secondo, che si è presentato per primo sull’accondiscendente Ramona Caf per poi dare a sua volta strada a Soho. Con un leader così forte l’unico che è venuto a casa tra coloro che si sono industriati al largo è stato Roger Op, mentre gli altri sono andati in difficoltà quando sui tre giri e mezzo Soho è stato ancora capace di chiudere l’ultimo in un minuto secco davanti a Seven Eleven e a Ramona che con il caldo ha ritrovato la forma.

Il convegno si è aperto all’insegna della qualità con il successo in 1.16.7 per l’interessantissimo Ze Doca che al debutto aveva buttato al vento un successo in 1.16 andando verso l’interno e ritrovandosi su un paletto (sfiorandolo) saltandolo sbagliando. Stavolta tutto ok per l’allievo di Holger Ehlert e Roberto Vecchione che, saltato nel lancio da Zaira Sm, si è presentato deciso sulla femmina nel secondo paletto in 15.6 e, soprattutto, al passaggio in 14.3; Zaira ha provato a ribattere ma il maschio con km finale in 1.15.7 l’ha costretta alla resa (pur con onore). Dispersi gli altri con Zante Font che ha sbagliato sulla curva finale lasciando il terzo a Zonin Jet.

[lwlWidget cod=”590bc15b92cde7384af70f1a”]

Ehlert e Vecchione hanno raddoppiato nell’invito di alta qualità per 4 4 anni con Unbelievable As. Sesto successo (e tre rp) nelle ultime nove uscite per la femmina della Niss che, dopo aver ottenuto strada dopo mezzo giro da Un Grande Ido, ha graduato per sottrarsi con 600 finali in 42 scarsi al tentativo di Umbral Ferm che aveva subìto sulla prima curva l’errore di Urali Sm ed è stato autore di ottima chiusa (ho cronometrato in 41.6 i suoi 600 conclusivi). Ha salvato il terzo Un Grande Ido dal finish della sorprendente Kandy Krisp che rispetto a quando è arrivata pelle e ossa dagli Usa ora si è formata fisicamente e sarà da attendere alla prossima.

Non hanno voluto essere da meno, rispetto alla doppietta di Vecchione ed Ehlert, Gennaro Casillo e Enrico Bellei anche loro a segno due volte. Il primo successo è arrivato con Vitesse Play che, complice il ritiro di Valida Mede Sm, si è giocata il tutto per tutto nel lancio dal largo e con mezzo giro iniziale in 28.3 (14.2 – 14.1 le due frazioni) ha assunto l’iniziativa su Vera Wise As sottraendosi poi alla rivale con 600 finali in 44.9. Terza la finalista Venus Bi.

Raddoppio per Casillo e Bellei in chiusura con Ussana che, ripresasi dai problemi fisici che aveva la volta scorsa, si è imposta di misura in 1.15.3. Al via ha sbagliato sfortunatamente (urtando la ruota di Umber Kronos) la favorita Urania Bye Bye coinvolgendo Urdidera, in avanti Umber Kronos ha cercato di tirare i remi in barca ma sulla seconda curva ha mosso allo scoperto Ussana che ne ha disposto con 600 finali in 42.6 contenendo poi di stretta misura un’eccezionale Ummagumma che si è espressa con 600 conclusivi che ho cronometrato in 42.1. Terza l’appostata Uanita Ur.

Nella gentlemen sembrava fatta per la favorita Runa Horse che, sfilata in avanti con secondo paletto in 14.7, era salda in avanti sulla curva finale ma ha sbagliato; si è così aperta un’incertissima lotta nell’arrivo in 15.3 che ha visto infine prevalere Rossini Laser (training di Edoardo Baldi) finendo bene dopo aver trovato l’aria solo in retta (bravo Roberto Barsi) stampando Really Dl. Dopo aver pasticciato all’uscita dai nastri è tornata ottima terza Sidney Bi con 1800 finali che ho cronometrato in 2.15.1.

In 1.15.2 ha fatto centro Sil Down Slid Sm ottenendo strada nel secondo paletto in 15 da Rodio per contenere con km finale in 1.14.7 e 600 conclusivi in 44.5 Oilcan che ha confermato l’ottima sgambatura. Dopo errori nella fase iniziale ho cronometrato in 2.00.1 il rotolo di Nobile Di Poggio in ripresa e in 1.44 per i 1400 finali quello di Serpico Treb.

Prima delle corse qualifica per quattro puledri di 2 anni tra i quali è piaciuta molto l’interessante francese Falimity presentata da Wolfgang Ruth per i colori della Sant’Andrea. Tempo di 1.18.9 ma con ultimo km in 1.17.4 e 600 finali in 44.8 arrivando in piena spinta in 14.5. Dietro di lei qualificati anche Zenio, Ziguli Dei Greppi e Zenzero Capar.

 

8 pensieri riguardo “Il contorno del Società Terme, nella Tqq ancora il maratoneta SOHO DEI GREPPI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri subito

CLICCA QUI!