Montecatini sabato, tqq a TOMCRUISE TREB di forza con DAVIDE NUTI al raddoppio in giornata. Doppietta anche per ALESSIO VANNUCCI, prima in carriera per SAMUELE CAMPIONI

Montecatini sabato, tqq a TOMCRUISE TREB di forza con DAVIDE NUTI al raddoppio in giornata. Doppietta anche per ALESSIO VANNUCCI, prima in carriera per SAMUELE CAMPIONI

[lwlWidget cod=”590bbf4d5ea23ceb3cf7b83a”]

Dopo il bel successo di giovedì ad Albenga è andato ancora a segno alla sua maniera (di forza senza manovrare troppo, andando di fuori al primo) Tomcruise Treb, interpretato al meglio da Davide Nuti per il training di Holger Ehlert. In avanti, ma spendendo un 14.2 iniziale per saltare Omagis Epi, era andato il favorito Tango Roc che ha poi cercato di graduare. Ma sul rallentamento al km è venuto via deciso Tomcruise che al mezzo giro finale ha fatto valere uno spessore diverso rispetto a Tango (che non ha corso bene come a Firenze ma soprattutto ha pagato il doppio km) e in retta ha fatto passerella a media di 1.16. Fatto insolito alle migliori piazze sono emersi, con buon finish, tre cavalli della stessa scuderia (Rione Cup), Tatanka Op, Omagis Epi e Saimon Barboi. Ultimo compenso per Rajah Petral che a metà della curva conclusiva era in coda ma ha trovato un’autostrada interna finendo bene in preferenziale e sarà da attendere quando sarà allo start.

Prima del successo con Tomcruise Davide Nuti aveva già vinto con Uganeo Jet, che aveva avuto tanta sfortuna a Torino con la ruota danneggiata in partenza da un rivale. Stavolta tutto è filato liscio per il cresciutissimo Uganeo (all’ottavo centro in 14 uscite nell’annata) che ha fatto da spettatore al primo mezzo giro infuocato nel quale è andata davanti Uk Arabesque con lancio in 14.6 ma è stata aggredita da Uranogal che ha sfondato con secondo paletto in 14.1. Al giro è venuto via allo scoperto Uganeo che è passato sulla curva finale per fare isolamento a media notevole di 1.13.3. Nella lotta personale tra Uk Arabesque e Uranogal (entrambi  validissimi) è stata la femmina a prevalere di un soffio per il posto d’onore.

[lwlWidget cod=”590bc15b92cde7384af70f1a”]

Bel doppio in veste da catch anche per Alessio Vannucci. Alessio ha iniziato imponendo al comando (per il training di Edy Moni) Valkyrie con lancio in 15.3 mentre sulla prima curva ha sbagliato (quando era nella sua scia) Vitesse Ferm lasciando la posizione a Vlada Zg. Valkyirie ha fatto melina per un km per poi allungare con 600 finali in 44.6 con arrivo in 14.3, mentre per il secondo Venere Di Poggio ha battuto la sempre utile Vlada. Dalla coda con 600 finali esterni che ho cronometrato in 44.3 è finita buona quarta Voici As in netta ripresa. Dopo errore al via ha inseguito bene con rotolo che ho misurato in 2.00.1 Vampiresa.

Il sempre ottimo Alessio Vannucci ha poi raddoppiato con Vanilla Sky Vl, anche lui da programma in training da Edy Moni anche se in realtà dietro le quinte ci sono i proprietari Mario Zanghi (esultante a centro pista) e Federica Carli. Prima in carriera per Vanilla Sky  con percorso tutto allo scoperto del caratteriale leader Victorious Fi in 1.18 con 600 finali in 46.2 e arrivo in 15.4, mentre per il terzo di spunto Vienna As ha avuto ragione della rientrante Venere Grad, in una corsa falcidiata dalle rotture: ha sbagliato dopo 300 metri la sorellina di Urlo Dei Venti, Voce Dei Venti che ha mezzi ma è ancora molto acerba, stessa sorte al mezzo giro finale per Violet Rab che avanzava cattivo sui primi due, dopo aver fatto le bizze in allineamento ha sbagliato anche Varmo Jet che poi ha inseguito con rotolo che ho cronometrato in 2.03.7 ma con primo giro in 59.

In apertura primo successo in carriera per un gentlemen dell’ultima leva, Samuele Campioni in sulky al qualitativo Tocai Font, piazzato classico (terzo nel Firenze) e riattrezzato al meglio al mare da Sandro e Giulia Capenti. Samuele ha interpretato con fiducia Tocai che, in testa con lancio in 14.3, ha tirato via tutta strada e, pur perfettibile di andatura nel finale(scambiava un po’), ha salvato mezza lunghezza da Renuka Ferm che l’aveva seguito dal via. Terzo con primo giro allo scoperto Today Winner Font.

Nell’altra gentlemen successo di Nicola Del Rosso con Utah Dei Greppi per il training di Livio Masini. Rapido tra i nastri Utah non si è opposto nel secondo paletto in 14.9 al favorito Us Open che gli aveva garantito che (facendolo sfilare) avrebbe tenuto andatura. Ed è stato di parola Matteo Zaccherini che è andato via spedito con 600 (dai 200 agli 800 iniziali) in 44.9, sulla curva finale ha mosso Utah che nell’arrivo in 14.6 ha fatto valere finale più fresco rispetto all’avversario. Terza la regolare Ushuaia Bi mentre, poco a suo agio in pista piccola, ha sbagliato sulla terza curva Uragano Op.

Nell’altra corsa per i nastri bel successo di Tarita Del Sile (il nono in 12 uscite nell’annata) in un notevole 1.14.8 sul doppio km con seconda parte di gara in 1.13.3. Con il solito avvio rapidissimo tra i nastri era andato davanti Rossini Laser che ha poi però dovuto dare strada a Poseidon Bar (presentatosi cattivissimo nel secondo paletto in 13.5) per poi ottenere lo scambio dopo un giro. Al secondo passaggio Alessandro Muretti (perfetta interpretazione per il training di Gennaro Casillo) ha spostato allo scoperto Tarita che è andata a fare match con Rossini e ne ha avuto ragione con 600 finali in 43.2 senza forzare. Considerata la spesa iniziale benissimo anche Rossini rivisto al meglio, davanti a Torres e Poseidon anche loro bene con quinta vicina Thanks For All.

Prova di riqualifica nelle partenze con i nastri per Parsifal che ha superato il test esprimendosi in un percorso intorno all’1.15 con 600 finali in 43.2 nelle mani di Beppe Lombardo.

Dopo la prova di qualifica della scorsa settimana di Zoless (in 1.21.3 con Massimo Donati), continuano le prove di qualifica dei 2 anni ed è stata la volta di Zoraya Grad e Zug Dei Greppi. La femmina fatta in casa da Roberto Gradi (la mamma è Crystal Grad) ha ripiegato in scia a Zug per poi passare con km finale allo scoperto in 1.19.9 con 600 conclusivi in 47.6 e arrivo in 15.7. 1.21.3 il tempo finale di Zoraya, 1.21.8 quello di Zug.

Un pensiero riguardo “Montecatini sabato, tqq a TOMCRUISE TREB di forza con DAVIDE NUTI al raddoppio in giornata. Doppietta anche per ALESSIO VANNUCCI, prima in carriera per SAMUELE CAMPIONI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri subito

CLICCA QUI!