Ancora un URLO ( … Dei Venti) nel Città di Torino al RECORD DELLA CORSA di 1.12.7 sul doppio km

  Ancora un URLO ( … Dei Venti) nel Città di Torino al RECORD DELLA CORSA di 1.12.7 sul doppio km

[lwlWidget cod=”590bbf4d5ea23ceb3cf7b83a”]

Senza Unicka (sigh) è indubbiamente Urlo Dei Venti l’attuale leader della generazione che si è affermato un 1.12.7 sul doppio km con secondo giro in 1.11.9.

Propositi giustamente bellicosi nel precorsa per Antonio Esposito con Ursa Caf che intendeva farsela davanti ma (dopo aver logicamente ottenuto strada nel lancio in 14.8 dalla rapidissima Uet Wise As) sulla seconda curva, in cui Urlo è venuto via cattivissimo anticipando Universo D’Amore (poi falloso) con parziale in 13.8 (da 1.08.5), ha alla fine dovuto dare strada ad Urlo (veniva troppo in piena spinta per provare a reggerlo in una lotta che sarebbe stata deleteria) e a quel punto l’accoppiata era scritta a caratteri cubitali. Una formalità per Urlo che se ne è andato con un quarto precedente l’arrivo in 28.1 con l’ultima curva come sempre fatale a Ursa Caf mai brillante sull’ultima piegata. In retta formale passerella per Urlo che ha concluso con 600 finali in 42.7 (da 1.11.2) al record della corsa di 1.12.7 sulla distanza, con Ursa che è finita come sempre molto vitale e che ha fatto tesoro della scia del vincitore cogliendo un ottimo e netto posto d’onore che ne conferma la forma ritrovata.

Niente da fare per chi ha provato al largo, con Uma Francis rimasta scoperta e poi sfilata da Un Besito che però sulla curva finale ha evidenziato il suo tallone d’Achille della rottura, che ne ha vanificato l’ennesima buona corsa, intralciando nella rottura Uma Francis e poi da squalificato rimesso a centro pista senza spostarsi al ciglio esterno creando disturbo anche al compagno di training Uragano Trebì (male nell’occasione Andrea Guzzinati), a vantaggio del finish per il terzo dell’appostata Unique Dream Bar interpretata dal sempre più convincente Dodo Loccisano a regolare la sorpresa della corsa Ufo Robot Hp. Nonostante la seconda fila anche stavolta non è uscito dal marcatore il bancomat Uragano Trebì che sfortunatamente ha potuto correre solo gli ultimi 100 metri dalla coda finendo forte quando ormai davanti erano arrivati. Fuori distanza (com’era prevedibile) Uet Wise As. Non ha corso male Ucci Ucci Play ma con l’autostart viene preso in velocità in partenza.

Corsa che non aggiunge granché a ciò che si sapeva di Urlo Dei Venti, al quarto successo classico,  attualmente il più forte cavallo della generazione, gran soggetto fatto crescere rispettandolo da Manuele Matteini e dal proprietario Stefano Simonelli che ne è anche allevatore e ora ne cura il training insieme ad Enrico Bellei (nell’insolita veste di allenatore oltre a quella di driver); un cavallo potente, duttile e veloce Urlo, che ora punta con grande chance al Triossi. Nell’albo d’oro del Città di Torino Enrico Bellei appariglia in vetta Roberto Andreghetti a quota 4.

Da segnalare in giornata il record della pista (1.10.9) di Trinity Lux e Shatar Club giunti in linea nell’ordine.

[lwlWidget cod=”590bc15b92cde7384af70f1a”]

1° 7 URLO DEI VENTI Bellei Enrico 1.12.7
(trainer da programma Casillo Gennaro in realtà Enrico Bellei e Stefano Simonelli) ,Scud. Barbalbero,
(da Mago D’Amore e Armbro Wealthy) allevamento dei Venti
2° 6 URSA CAF , Esposito Antonio 90, 1.12.9
3° 1 UNIQUE DREAM BAR Loccisano Edoardo 1.13.2
4°10 UFO ROBOT Cangelosi Cosimo 1.13.3
5° 8 URAGANO TREBI’ Lo Verde Gaspare 1.13.4
6° 2 UCCI UCCI PLAY Velotti Antonio 1.13.5
7° 3 UET WISE AS Gocciadoro Alessandro 1.13.6
UMA FRANCIS  Cheli Maurizio RP
UNIVERSO D’AMORE Farolfi Andrea RP
UN BESITO Guzzinati Andrea RP

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri subito

CLICCA QUI!