Cacciari, cresce ancora VALCHIRIA OP, primo successo classico al record della corsa di 1.12.4

[lwlWidget cod=”590bbf4d5ea23ceb3cf7b83a”]

 

Cacciari, cresce ancora VALCHIRIA OP, primo successo classico al record della corsa di 1.12.4

 

 

L’assenza della classica Vale Capar (impegnata con numero migliore nel Giovanardi) e della recorder della generazione Vash Top ha creato un certo equilibrio tra le tante (14) femmine al via nel Cacciari. Hanno deciso sia i numeri sia la crescita di Valchiria Op. Com’era prevedibile l’allieva di Alessandro Gocciadoro (sempre ottimo trainer in coppia con il papà Enrico, soprattutto con le femmine, beati loro …) ha ottenuto strada dalla velocissima Villa Santina Jet nel quarto iniziale in 27.2 per poi allungare con 600 finali in 42.7 vincendo la sua prima classica a media di 1.12.4, anche questo (come per il Giovanardi e per il Renzo Orlandi) record della corsa propiziato da giornata e pista (comunque morbida) favorevoli alle velocità. Valchiria, che è sempre stata un’ottima puledra, continua a crescere e per lei non poteva far testo l’ultimo errore (peraltro con successivo ottimo recupero) con i ferri da lavoro; paciarotta (dato che in testa appariva difficilmente battibile) la quota di 2,88. Alle sue spalle sono emerse le due che l’avevano seguita in corda dal via, la rapidissima (meno leonessa in arrivo) Villa Santina Jet e Vanity Spritz da attendere con fiducia quando tornerà in prima fila.

[lwlWidget cod=”590bbf4d5ea23ceb3cf7b83a”]

Nel ritmo sollecito sono andate in difficoltà quelle che hanno agito in fuori, ad eccezione di Valdivia che è finita bene e sarà anche lei da attendere in prima fila. Tatticamente sfortunata invece Vittoria Op (comunque piaciuta) che si è giocata molto nel lancio nel tentativo di presentarsi per prima su Villa Santina ma ha pagato il numero esterno rispetto a Valchiria dopo averla sopravanzata; rimasta nasino al vento Vittoria è rimasta al sulky della leader fino alla curva finale quando ha sbagliato; è comunque piaciuta e nel periodo il team Lettieri – Bellei non è che se a possa prendere con la dea bendata eh … In ripresa dopo i problemi respiratori Vanesia Ek, pur anche lei in fallo (un po’ forse condizionata, ma non intralciata, dall’errore di Vittoria) sull’ultima piegata quando appariva ancora tonica dopo impegno esterno. Ultimo compenso per Valencia Min che però a questi livelli dovrà riuscire a partire meno lenta. Appiedato Santo Mollo per aver intralciato con la sua Volturina Jet sulla prima curva Velina Gio, la quale (dopo l’errore a cui è stata costretta) è tornata bene a capeggiare i battuti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scopri subito

CLICCA QUI!